Albero di Natale 2014

Domenica 7 dicembre 2014 // Moltiplicare la speranza - Onlus

PNG - 231.1 Kb

Alla periferia della città San Luis Potosi, in Messico, nella Colonia Real de Peñasco, ci sono un centinaio di fabbriche artigianali che producono mattoni, pneumatici, plastica… prendendo la materia prima dalle discariche vicine e bruciando i residui. Una colonna di fumo nero e un odore acre avvolge ogni cosa. L’inquinamento non si può misurare… c’è e basta! Chi lavora lì si ammala di malattie strane, poi la malattia diventa cronica. La cosa più sorprendente è che i bambini vanno a lavorare con i papà o le mamme alla discarica per raccogliere materiale riutilizzabile, o a fare mattoni, affrontando i rischi di incidenti o di malattie causate dall’inquinamento. Le loro piccole mani devono diventare presto forti, capaci di spostare anche cose pesanti… e lavorare come i grandi senza alcuna protezione. La maggior parte delle persone che lavorano in questi luoghi sono analfabete o quasi, sarà il destino anche dei loro figli se dovranno crescere così, lontano dalle cure, dall’igiene, dal gioco e dalla scuola, senza contare la scarsità dell’alimentazione. Una cinquantina di bambini dai 2 ai 13 anni lavorano nelle discariche o nelle fabbriche di mattoni: le Suore domenicane della Beata Imelda li conoscono e progettano di toglierli dai luoghi di lavoro e favorire l’inserimento a scuola. Non più discariche, spazzatura o mattoni tra le loro mani, ma con la solidarietà di tanti amici offrire uno zainetto con libri e quaderni, un kit per l’igiene personale e una borsa con generi alimentari una volta alla settimana.

È un sogno? Sì, ma può diventare realtà con l’iniziativa Albero di Natale 2014.

Possiamo trasformare la nube di fumo nero in una scia di luce?

Una cometa splenderà a Natale sopra le baracche dei bambini messicani a San Luis Potosi e sulle nostre case, sulle case di coloro che vogliono condividere un po’ di dignità e di speranza con tanti bambini e con le loro povere famiglie.

Clicca qui per scaricare il dépliant in PDF dell’iniziativa!

Portfolio


Documenti allegati


PDF, 1 Mb