FALLO PER ME!

Sabato 7 febbraio 2015 // La porta

Mia mamma, vedova con 5 figli, fu costretta a mettere me e mio fratello in due diversi collegi. Ci ha però sempre seguito con tanto affetto. Cresciuto, ho imparato l’arte del tipografo e mi sono sposato. Mamma Fernanda ci è stata sempre vicino, ma venne anche il momento di separarci e lei, morendo, ha voluto farmi il suo ultimo regalo. Erano 40 anni che fumavo due pacchetti di sigarette al giorno, fumavo molto e non riuscivo a smettere. Il 28 febbraio 2005, giorno della sua sepoltura, io con il cuore distrutto, mentre mettevano terra sulla sua bara, misi le mani in tasca per prendere e fumare una sigaretta. In quel momento mi venne in mente una frase che mamma mi diceva spesso: Davide smetti di fumare, fallo per me! Lo diceva perché mi voleva bene. Ho preso sigarette e accendino e li ho buttati nella sua tomba, da quel giorno non ne ho più fumata una.