VANGELO SECONDO MARCO (12, 41-44)

Mercoledì 28 febbraio 2018 // Nuovo Testamento

VANGELO SECONDO MARCO (12, 41-44)

JPEG - 31.9 Kb

LA VEDOVA POVERA

Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo. Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere».

MEDITIAMO INSIEME

Gesù è Dio, conosce i pensieri e i sentimenti di tutti noi, sue creature, ma è anche il maestro che insegna i valori della vita. Chiama i discepoli per insegnare loro che la generosità di una persona non sta nelle sue possibilità materiali, ma nella fede e nell’amore che esprime nel suo spirito. Questo vale per insegnarci il valore della vita, credere a questo valore anche per quanti sono nella povertà materiale o fisica.